Protesi Dentaria

Riempiono lo spazio nella mascella lasciato da uno o più denti mancanti

sostituisci i tuoi denti mancanti con quelli artificiali

Intarsi, corone, ponti, protesi e impianti. Sono tutte protesi dentarie ognuna con uno scopo e precauzioni diverse. Scopri di più continuando a leggere
Indice dei contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Le protesi dentarie sono dispositivi artificiali simili ai denti naturali e vengono utilizzate per sostituire i denti mancanti o danneggiati.

    Questi dispositivi includono:

    Scopo

    Le corone e gli intarsi inlay/onlay hanno lo scopo di riparare i danni ai singoli denti e sostituiscono la struttura del dente persa a causa di carie o lesioni, proteggono la parte del dente che rimane e ripristinano la forma e la funzione del dente.

    Ponti, dentiere e protesi parziali riempiono uno spazio nella mascella lasciato da uno o più denti mancanti. Proteggono la forma della bocca e ripristinano la funzione dei denti e della mascella.

    Precauzioni

    Alcuni pazienti sono allergici alle sostanze usate per l’anestesia sia locale che generale.
    Inoltre, alcune persone potrebbero avere una fobia per il dentista manifestano sintomi legati allo stress, persino svenimenti, mentre si trovano nello studio dentistico.
    La maggior parte dei dentisti può aiutare i pazienti con questa paura specifica.

    Inoltre, il dentista e l’assistente dentale dovranno essere a conoscenza di eventuali condizioni preesistenti nella storia del paziente come:

    • diabete
    • ipertensione
    • malattie cardiache
    • emofilia
    • hiv / aids

    Intarsi dentali

    Un intarsio assomiglia a un’otturazione. in quanto riempie lo spazio che rimane dopo che la parte cariata del dente parte è stata rimossa.

    La differenza è che l’intarsio viene sagomato all’esterno della bocca del paziente e successivamente viene cementato in posizione.

    Una volta che la carie è stata rimossa e le pareti della cavità modellate, il dentista può creare un modello in cera dello spazio.
    Quindi uno stampo viene colato dal modello in cera e viene realizzato l’inlay da esso e sigillato nel dente con cemento dentale.

    Invece l’intarsio onlay è un metodo utilizzato per riparare un dente che ha un danno più esteso e che interessa una o più cuspidi, le punte stesse del dente, o potenzialmente la superficie di masticazione.

    Corone dentali

    Una corona dentale sostituisce la porzione esterna del dente per proteggerlo e rafforzarlo. Questa protezione diventa necessaria quando un dente si rompe, la su struttura è indebolita dalla carie o diventa fragile dopo un canale radicolare.

    Le corone protesiche possono anche coprire impianti dentali o denti adiacenti quando si monta un ponte.
    Inoltre, possono coprire denti scoloriti o esteticamente sgradevoli.

    Le corone dentali, sebbene siano esteticamente gradevoli, richiedono tecniche odontoiatriche più radicali.
    Infatti, i dentisti stanno optando per metodi più conservativi come lo sbiancamento, l’incollaggio o le faccette.

    Il dentista procederà prima a rimuovere la carie e successivamente il dente viene preparato per una corona.
    Può essere assottigliato sui bordi esterni, rinforzato con un’anima in metallo fuso o ricostruito con un’anima in metallo fuso e un supporto.

    Viene eseguita un’impronta del dente realizzato e dei denti adiacenti e un filo di retrazione viene posizionato attorno al dente per ottenere l’impronta sotto la gengiva dove verrà inserita la corona protesica.

    L’odontotecnico creerà una nuova corona dentale, utilizzando un calco ricavato da questa impronta. La tecnica utilizzata dal tecnico si chiama fusione a cera persa.
    Viene, quindi, realizzato un modello in cera della corona e un altro stampo viene realizzato attorno al modello in cera ed entrambi vengono cotti in un forno.
    In questo modo la cera si scioglie, lasciando un’apertura dove verrà versato il materiale da restauro.

    La corona protesica può essere realizzata con questi materiali:

    • oro
    • acciaio inossidabile
    • metallo con un rivestimento di porcellana e resina del colore dente
    • solo porcellana o resina.

    Ponti dentali

    I ponti dentali riempiono gli spazi causati da denti mancanti, impediscono ai denti rimanenti di spostarsi e forniscono una superficie più stabile per la masticazione.

    Se lo spazio interdentale non viene riempito, gli altri denti si spostano, creando una malocclusione, che a volte produce dolore all’articolazione della mandibola.
    Man mano che i denti si muovono e diventano storti, diventa più difficile l’igiene dentale.

    Il rischio di carie e malattie gengivali aumentano ma anche la probabilità di perdere altri denti. Per questo motivo il ponte dentale viene inserito un ponte per evitare che ciò accada.

    I ponti dentale sono costituiti da una struttura metallica e da uno o più denti artificiali, che vengono ancorati ai denti adiacenti.
    I denti che fanno la funzione di pilastro portano la pressione quando il paziente mastica il cibo.

    Inoltre, i ponti dentali possono essere rimovibili o fissi.
    I ponti dentali mobili sono fissati ai denti pilastro mediante fili o attacchi di precisione.
    Invece i ponti fissi sono fissati a corone dentali permanenti posizionate sui denti pilastro.

    Esistono due tipi di ponti fissi, il ponte dentale tradizionale e il Maryland Bridge.
    Quest’ultima tipologia di ponte dentale non ha corone.
    La parte posteriore dei denti pilastro viene leggermente ridotta e piccole appendici a forma di ala sul ponte vengono cementate alla parte posteriore dei denti pilastro.

    Nel caso in cui i denti adiacenti non siano abbastanza forti da sostenere un ponte, è necessario un ponte su due impianti.
    Questo tipo di ponte dentale richiede più tempo per il montaggio del ponte permanente a causa della necessità che le gengive guariscano.
    Inoltre, i perni vengono impiantati chirurgicamente nell’osso del paziente e la gengiva viene chiusa.

    Impianti dentali

    Gli impianti dentali dispositivi realizzati in plastica dura o metallo che vengono inseriti chirurgicamente attraverso il tessuto molle nell’osso mascellare che agiranno come radici artificiali o ancoraggi per un dente protesico.
    Nel tempo, l’osso crescerà attorno all’impianto dentale, ancorandolo saldamente.

    I perni implantari vengono quindi esposti chirurgicamente e un dente artificiale viene realizzato e montato su tali ancoraggi.

    Gli impianti possono anche fungere da monconi stabili per ponti dentali, protesi parziali o protesi dentaria rimovibile.

    Gli impianti dentali possono essere la scelta migliore per i pazienti che hanno un’intolleranza ai materiali che sono stati usati per la realizzazione della dentiera o che non possono masticare correttamente il cibo con altre protesi.

    Protesi dentale parziale

    Una protesi dentale parziale è simile a un ponte in quanto riempie uno spazio vuoto lasciato dai denti mancanti. È un apparecchio dentale che si può rimuovere costituito da denti artificiali montati su una struttura metallica, che si attacca a uno o più denti pilastro, con una fibbia metallica o un attacco di precisione.

    Una protesi parziale è una soluzione spesso utilizzata alla fine di una fila di denti naturali, dove è presente un solo dente pilastro.

    La pressione esercitata dalla masticazione è condivisa dal dente pilastro e dai tessuti molli della cresta gengivale sotto l’apparecchio.

    Protesi mobile

    La protesi mobile può essere indossata quando tutti i denti superiori o inferiori sono stati persi. Una protesi completa è costituita da denti artificiali montati su una base di plastica modellata per adattarsi alla restante anatomia orale. Può o non può essere tenuto in posizione con un adesivo per protesi.

    Overdenture

    Alcune persone non possono indossare protesi perché sono intollerante alle sostanze in cui è stata realizzata la protesi mobile.
    Altre persone semplicemente non possono più indossare dentiere a causa della grave perdita ossea.
    In risposta a questi problemi, un’overdenture supportata da impianto di rimozione può essere la soluzione migliore.

    Gli ancoraggi dell’impianto possono essere installati in una delle arcate o in entrambe.

    Cinque o sei impianti sono ancorati nell’osso dell’arcata superiore e quattro o cinque sono inseriti nell’arcata inferiore.

    Ogni gruppo di impianti mascellari è collegato da una barra che fa mantiene l’equilibrio e la stabilità.

    Una protesi su misura viene posizionata sopra la barra per mezzo di una guarnizione in silicone. Essa mantiene la protesi in posizione e fornisce un cuscino tra la protesi e gli impianti.

    Prima dell’intervento

    Prima che venga fatto l’intervento di restauro della bocca, il dentista rimuoverà tutte le tracce di carie o danni e modellerà la struttura del dente rimanente per ricevere il restauro.

    Si prendono le impronte della bocca e si realizzano i modelli da cui si ricavano le protesi dentarie.

    Quando sono necessari ponti dentali o corone dentali, il dente oi denti che devono ricevere le corone vengono modellati in perni o pioli.

    Le protesi dentarie vengono realizzate in laboratorio utilizzando un modello della struttura del dente.

    Corone e ponti dentali provvisori vengono installati fino alla consegna del restauro definitivo da parte del laboratorio.

    Dopo l’intervento

    Le corone o i ponti dentali provvisori devono rimanere in posizione fino a quando i restauri permanenti non verranno inseriti nella bocca del paziente.

    Il dentisti e gli assistenti odontoiatrici istruiscono il paziente sui modi per mantenere il provvisorio in posizione. Ad esempio:

    • evitare cibi duri
    • evitare cibi appiccicosi o gommosi
    • se è possibile bisognerebbe evitare di mangiare cibo sul lato della bocca dove è stato posizionato il provvisorio.

    Inoltre, si ricorda al paziente di chiamare immediatamente il proprio dentista l’impianto provvisorio si allenta in modo da poterlo ricementare.

    Quando vengono montate le protesi è possibile che ci possa essere del gonfiore o del disagio gengivale. Per questo motivo il dentista può consigliare farmaci o risciacqui orali per ridurre il disagio.
    Inoltre, i pazienti possono anche provare sensibilità a cibi o bevande freddi per alcune settimane dopo aver posizionato una corona, un ponte o un intarsio.

    Infine, i pazienti sono inviati a mantenere la normale igiene orale mentre sono presenti le protesi provvisorie e ovviamente anche quando saranno inserite le definitive.

    Prima visita senza impegno

    La prima visita di controllo è senza impegno, ed è comprensiva di ortopanoramica  ove necessaria.

    check-up sorriso
    La prevenzione è importante. Ottieni un sorriso sano e brillante con il check-up pensato per te comprensivo di Visita + Ortopanoramica + Igiene Orale + Sbiancamento Denti
    Come raggiungerci

    Il Centro Dentistico Unisalus situato a Milano, a pochi passo dalla Stazione Centrale, a metà strada tra le fermate di MM Gioia e Centrale e si inserisce in un ampio poliambulatorio il cui punto di forza risiede nella sua capacità di offrire soluzioni integrate alle problematiche dei pazienti con la collaborazione di più medici dentisti specialisti in ambiti diversi.