Impianti Dentali Milano

Impianti Dentali Milano

Quali sono le cause che possono comportare la caduta di un dente?

Una carie trascurata, un evento traumatico, gengive malate: ecco tre dei principali motivi che possono causare la caduta di uno o più denti. Questa condizione irreversibile rappresenta un inestetismo e al tempo stesso un importante problema funzionale. Di qui la necessità di ripristinare i denti mancanti con impianti dentali, ossia posizionando “radici artificiali” nell’osso in grado di sostenere uno o più denti.

Che cos’è un impianto dentale?

Si tratta di un impianto appositamente studiato per sostituire le radici naturali. Di norma si integra perfettamente nell’osso. Se mancano più denti, gli impianti dentali possono essere posizionati in alcuni punti predefiniti, in grado di sostenere un ponte dentale fisso, metodica che consente di ottenere risultati ottimali riducendo sensibilmente i costi dell’intervento.

È un intervento doloroso?

L’impianto viene eseguito in anestesia locale, effettuata con farmaci specifici per la chirurgia orale. Ciò fa sì che il paziente non avverta dolore per tutta la durata dell’intervento.

Come si svolge l’intervento?

Eseguita l’anestesia locale, si procede all’apertura della gengiva con una piccola incisione nell’osso. Raggiunta la misura desiderata, si inserisce l’impianto nel foro, viene avvitata la vite e, quindi, sono applicati alcuni punti di sutura per chiedere l’intero impianto.

Per passare alla fase successiva occorre attendere mediamente un mese per consentire alla gengiva di guarire e ricrescere (cosiddetta “osteo – integrazione”). A questo punto sarà possibile svitare la vite, prendere l’impronta e scegliere la giusta misura del dente.

Che cos’è il “carico immediato”?

Quella appena descritta è la procedura classica, a carico differito, che richiede mediamente dai due ai tre mesi. A questa si è di recente affiancata la tecnica denominata “a carico immediato” che prevede l’inserimento dell’impianto come appena descritto e, nelle 24 ore successive, l’applicazione della protesi provvisoria.

Tuttavia, perché questa procedura possa essere utilizzata, l’osso deve presentare condizioni ottimali sotto il profilo quantitativo e volumetrico, tali da non compromettere la sua corretta guarigione.

Come sono fatti gli impianti?

Sono in titanio, materiale che trova largo uso in odontoiatria per la sua capacità di integrarsi perfettamente nell’osso mandibolare e mascellare.

Hanno forma molto simile alla radice naturale e necessitano di adeguati livelli ossei, in mancanza dei quali è necessario ricorrere a particolari e talvolta complesse procedure di rigenerazione.