Come pulire protesi dentarie mobili

Come pulire protesi dentarie mobili

Indice dei contenuti

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Come pulire protesi dentarie mobili? Se sei arrivato a porti questa domanda molto probabilmente non ti è chiara la procedura che ti ha spiegato il dentista.

Niente panico! In questo articolo spiegheremo la procedura per una corretta igiene della tua protesi dentale.

Non ha importanza se la tua protesi dentale sia in metallo, acrilico, silicone, superiore, inferiore o sostituisca tutti i denti, una parte o solo alcuni, è molto importante pulirla almeno una volta al giorno per aumentare la sua efficienza.

Con una corretta pulizia della protesi dentaria mobile si evita la formazione di tartaro e la comparsa di cattivi odori. Inoltre, con il tempo la protesi tende a perdere il suo candore e la sua lucentezza.

Come pulire protesi dentarie mobili?

La protesi dentale deve essere pulita con un sapone liquido neutro. Il sapone neutro non ha coloranti o aromi artificiali, in questo modo dopo averla lavata non lascia uno sgradevole sapore in bocca.

I dentifrici commerciali contengono abrasivi come il carbonato di calcio che aiutano a mantenere i denti naturali, privi di placca o tartaro dentale e lo smalto dei denti è molto resistente e può resistere a questi abrasivi.

La protesi è sensibile a questo tipo di dentifricio abrasivo e con l’uso prolungato può ridurre non solo il tempo di vita e la lucidatura originale della protesi, diventando così più porosa e facendo sì che i pori del cibo rimangano in questi pori e alla fine macchiano i colori scuri e hanno anche un cattivo odore.

Come pulire la dentiera

Con cosa devo spazzolare la protesi dentale rimovibile?

Per una corretta pulizia della dentiera è importante disporre di uno speciale spazzolino per protesi. Questo speciale spazzolino ha 2 facce:

  • Il taglio piatto pulisce la superficie della protesi e dei denti.
    la spazzola conica è per la pulizia di piccoli spazi o di difficile accesso.

È anche importante avere uno spazzolino a setole morbide e una testina piccola per pulire le gengive, la lingua e i denti naturali.
Se stai pensando, ma non ho i denti naturali, perché lavarsi? Non avere i denti non significa non lavarsi la bocca tutti i giorni. Questo perché si possono avere rifiuti alimentari e ferite aperte che potrebbero causare una grave infezione.

Posso dormire con la protesi dentale rimovibile?

Dato che si tratta di una protesi rimovibile, potrebbero verificarsi movimenti durante il sonno. Ci sono stati casi in cui hanno ingerito la protesi senza volerlo.

Inoltre, la protesi potrebbe uscire dalla bocca e finire per essere schiacciata dal tuo corpo rovinandola.

Altro motivo per cui non si dovrebbe dormire con la protesi che può generare una malattia chiamata stomatite.
La stomatite è un’infiammazione dolorosa e fastidiosa dei tessuti molli come mucose e gengive dove avviene il contatto con protesi.

Il corpo può generare un rigetto e allergie al materiale con cui è stata realizzata la protesi.
Una soluzione a questa condizione può essere quella di smettere di usare la protesi fin quando il corpo non smette di sentirla come una minaccia. Oppure fino a quando non arriva al punto di cambiare la protesi con un’altra di un altro materiale.

Ecco perché prima di andare a letto ti consigliamo di pulire la tua protesi e di riporla nella sua scatola, custodia o dove la tieni normalmente.

Devo usare il bicarbonato di sodio con il limone per pulire la protesi dentale rimovibile?

Non è un obbligo né è necessario procedere in questo modo.
Tuttavia, esistono in commercio pillole effervescenti che servono per pulire e disinfettare la protesi. Il composto principale di molte di queste pillole è l’acido citrico e il bicarbonato di sodio.

Se nel caso non vuoi acquistare queste pillole puoi creare il tuo liquido disinfettante a casa
con questi 2 componenti, limone e bicarbonato di sodio.

Tale metodica non è esclusiva per le protesi dentarie rimovibili, ma può essere utilizzato anche sui denti naturali o direttamente in bocca.

Per creare il disinfettante in casa è sufficiente seguire le seguenti operazioni:

  • Spremi abbastanza limone in un bicchiere per coprire la dentiera
    In un altro bicchiere aggiungi 1 o 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • Metti la protesi nel bicchiere contenente il bicarbonato
  • Aggiungi il succo di limone nel bicchiere contenente il bicarbonato e la protesi
    Attendi da 3 a 5 minuti, estrarre la protesi e lavarla con acqua.
  • Puoi ripetere questa procedura 1 o 2 volte a settimana.

Ogni quanto devo andare dal dentista per controllare la mia protesi dentale?

Questo dipende dalle indicazioni che sono state fornite tuo dentista. In genere, bisognerebbe presentarsi a una visita di controllo per la tua protesi dentale ogni 6 mesi.

La normale usura della protesi richiede tempestività. Durante le visite di controllo può verificare il corretto funzionamento e aspetto della protesi, in modo da evitare una protesi dentaria non funzionante e quindi aspettare molto tempo prima di poterla usare di nuovo.

Questa lettura è stata utile? Condividila!
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Prima visita senza impegno

La prima visita di controllo è senza impegno, ed è comprensiva di ortopanoramica  ove necessaria.

check-up sorriso
La prevenzione è importante. Ottieni un sorriso sano e brillante con il check-up pensato per te comprensivo di Visita + Ortopanoramica + Igiene Orale + Sbiancamento Denti
Come raggiungerci

Il Centro Dentistico Unisalus situato a Milano, a pochi passo dalla Stazione Centrale, a metà strada tra le fermate di MM Gioia e Centrale e si inserisce in un ampio poliambulatorio il cui punto di forza risiede nella sua capacità di offrire soluzioni integrate alle problematiche dei pazienti con la collaborazione di più medici dentisti specialisti in ambiti diversi.